Ce lo meritiamo

Ci sono tante situazioni, nella nostra vita, in cui facciamo delle cose che sappiamo perfettamente che ci danneggiano.

E’ il nostro subconscio che ci induce a fare queste azioni, ad assumere questi comportamenti, a provare queste emozioni quasi inconsapevolmente.

E’ un messaggio che ci manda, basato sulle nostre convinzioni bloccanti più profonde, di essere indegni e di non meritare di assumere il pieno controllo e la piena responsabilità delle nostre azioni.

Ma c’è una cosa che possiamo fare quando stiamo per cadere in questo tranello: darci la possibilità di affermare il contrario.

Se ho paura, possiamo dire a noi stessi “io sono coraggioso”, se stiamo cedendo alla rabbia possiamo dire a noi stessi “io sono calmo”, e così via.

Mandiamoci un’immagine positiva di quello che otterremo evitando di cadere per l’ennesima volta in questo comportamento danneggiante.

Perché sappiamo ciò che va bene per noi e sappiamo, anche se non sempre ce lo ricordiamo, che meritiamo il meglio per noi.

bambinadiamante2016

Trovare la fonte della mia determinazione nell’Amore

Trovare la fonte della mia determinazione nell’Amore anziché nella paura.
Focalizzare la mia energia su ciò che voglio anziché su ciò che voglio evitare.
E’ possibile farlo, se scelgo di farlo.

Lo so, i soliti scettici diranno ciò che dicono sempre (“è facile a dirsi”).
Ma da ex scettico mi sento di raccontare la mia esperienza.
Non solo è più facile a farsi che a dirsi, ma quando lo fai ti rendi conto di quanto è difficile restarsene nascosti dietro il proprio scetticismo.
La vita sembra fuori dal nostro controllo e la rabbia cresce.
E più la rabbia cresce, più la vibrazione si abbassa, e più sembra che capitino tutte a te.

Ho già dato ma, fortunatamente, un giorno, ho scelto di non farlo più, di lasciare andare il mio scetticismo.
E mi ringrazio per questo.

trovarelafontedellamiadeterminazione2016

La mia serenità è un dono che faccio a me stesso e, di conseguenza, al mondo

Ogni giorno, in mille diverse occasioni, ho la prova che la qualità della mia vita dipende da me.
Dalla serenità con cui attraverso le situazioni, dai pensieri che faccio, da come decido di sentirmi,
La pace, la serenità non sono nei posti in cui mi trovo, nelle esperienze che sto facendo o nelle persone che ho intorno.
Sono una scelta che faccio scegliendo i miei pensieri.
La mia serenità è un dono che faccio a me stesso e, di conseguenza, al mondo.

 

lamiaserenitaeildono2016

Ciò che abbiamo, ciò che siamo

Spesso ci concentriamo sull’obiettivo di aumentare ciò che abbiamo.
Ma questo non fa altro, frequentemente, che aumentare la focalizzazione su ciò che non abbiamo, la percezione della scarsità, la frustrazione per ciò che desideriamo e non si decide ad arrivare nella nostra vita.
Forse, sarebbe meglio concentrarci sull’obiettivo di espandere la consapevolezza di chi siamo.
Io credo, infatti, che ciò che abbiamo è solo indiretta conseguenza del grado di consapevolezza che abbiamo raggiunto su chi davvero siamo.
Manifestazioni, su questo piano di esistenza, dell’Energia Creatrice.
Questo, almeno, secondo me.

ciochesiamo

Riconoscere il valore della vita

Riconoscere il valore della vita, a mio giudizio, non sta nell’illudersi che essa possa essere sempre perfetta. Significa, al contrario, comprendere l’importanza di vivere l’adesso, con i suoi problemi e le sue opportunità.
Significa avere degli ideali, dei desideri, dei sogni e lavorare alacremente per realizzarli. Ma significa anche essere consapevoli che tutto questo va fatto nel mondo così com’è, con le sue storture, le sue contraddizioni, le sue difficoltà.
E il valore della nostra vita sta, forse, proprio in questo: superare le difficoltà, imparare, rafforzarsi, non darsi mai per vinti.
Perchè se tutto fosse perfetto, non ci sarebbe la gioia di potersi migliorare.
Non ci sarebbe l’opportunità di abbracciare la vita così com’è, coi suoi alti e i suoi bassi, e trasformarla attraverso l’abbraccio che le diamo.

 

riconoscereilvaloredellavita2016

“Impossibile” è, spesso, solo il confine della nostra zona di comfort

La nostra zona di comfort è lo spazio entro il quale ci muoviamo per garantirci lo status quo.
La nostra zona di comfort è il nostro lavoro (o la nostra condizione di non lavoro), la nostra routine, persino i nostri dolori quotidiani.
Lì viviamo senza sforzo, senza ansia, prigionieri della nostra vita.
E il confine della zona di comfort è, spesso, la parola “impossibile”.
Ma se è possibile per gli altri e impossibile per te, forse è venuto il momento di allargare il confine.
Secondo me.

caneskate

Subire una sconfitta senza essere sconfitti

Io credo che ci sia una bella differenza tra subire una sconfitta ed essere sconfitti.
Subire una sconfitta significa non esse riusciti a realizzare un obiettivo, essere sconfitti significa smettere di orientare la nostra energia verso il suo raggiungimento.
Ho subito tante sconfitte nella mia vita, ma ho smesso da tempo di essere sconfitto.

subireunasconfitta2016

Vivere nell’adesso sapendo che tutto andrà per il meglio

Come esseri spirituali, la vita su questo piano di esistenza, a volte, ci sembra difficile.
E allora tentiamo di sfuggire ad essa rifugiandoci nel passato, in una gioia o in una delusione, o nel futuro, in una speranza o in una paura.
Ma il momento di godere di questo dono meraviglioso è Adesso, perché ieri e domani esistono solo nell’illusione.
Vivere nell’adesso protetti dall’abbraccio dell’Energia Creatrice e dal suo Amore.
Godere del momento, sapendo che tutto andrà per il nostro Bene Supremo.
Questo è vivere al 100%
Almeno, secondo me.

viverenelladesso

Il potere dell’immaginazione

Spesso diamo all’azione dell’immaginare una accezione negativa, come quando diciamo “me lo sono immaginato”.
Come se immaginare fosse un credere che esista qualcosa che non è reale.
Io penso, in realtà, che immaginare sia il primo passo della nostra co-creazione di quello che desideriamo per la nostra vita.
E’ attraverso l’immaginazione, e attraverso le nostre emozioni che immaginare proietta nell’Universo, che mandiamo il segnale da cui inizia lo scatenarsi delle sincronicità.
Secondo me.

ilpoteredellimmaginazione2016

Quante volte

Quante volte ci dimentichiamo di guardare un fiore, un albero, il cielo sopra di noi, il volo di un uccello, lo sguardo di un amico, il sorriso di un bambino, l’espressione di tenerezza di una persona cara?
Piccole grandi cose che ci aprono il cuore, ci rendono migliori, ci danno la forza che ci sembra di avere perso.
Piccole grandi cose che abbiamo, ogni istante, intorno a noi, se impariamo a vivere il momento, senza aver paura delle emozioni che proviamo.
Secondo me.

gattoguardafiore860www