Ciò che abbiamo, ciò che siamo

Spesso ci concentriamo sull’obiettivo di aumentare ciò che abbiamo.
Ma questo non fa altro, frequentemente, che aumentare la focalizzazione su ciò che non abbiamo, la percezione della scarsità, la frustrazione per ciò che desideriamo e non si decide ad arrivare nella nostra vita.
Forse, sarebbe meglio concentrarci sull’obiettivo di espandere la consapevolezza di chi siamo.
Io credo, infatti, che ciò che abbiamo è solo indiretta conseguenza del grado di consapevolezza che abbiamo raggiunto su chi davvero siamo.
Manifestazioni, su questo piano di esistenza, dell’Energia Creatrice.
Questo, almeno, secondo me.

ciochesiamo

Riconoscere il valore della vita

Riconoscere il valore della vita, a mio giudizio, non sta nell’illudersi che essa possa essere sempre perfetta. Significa, al contrario, comprendere l’importanza di vivere l’adesso, con i suoi problemi e le sue opportunità.
Significa avere degli ideali, dei desideri, dei sogni e lavorare alacremente per realizzarli. Ma significa anche essere consapevoli che tutto questo va fatto nel mondo così com’è, con le sue storture, le sue contraddizioni, le sue difficoltà.
E il valore della nostra vita sta, forse, proprio in questo: superare le difficoltà, imparare, rafforzarsi, non darsi mai per vinti.
Perchè se tutto fosse perfetto, non ci sarebbe la gioia di potersi migliorare.
Non ci sarebbe l’opportunità di abbracciare la vita così com’è, coi suoi alti e i suoi bassi, e trasformarla attraverso l’abbraccio che le diamo.

 

riconoscereilvaloredellavita2016

“Impossibile” è, spesso, solo il confine della nostra zona di comfort

La nostra zona di comfort è lo spazio entro il quale ci muoviamo per garantirci lo status quo.
La nostra zona di comfort è il nostro lavoro (o la nostra condizione di non lavoro), la nostra routine, persino i nostri dolori quotidiani.
Lì viviamo senza sforzo, senza ansia, prigionieri della nostra vita.
E il confine della zona di comfort è, spesso, la parola “impossibile”.
Ma se è possibile per gli altri e impossibile per te, forse è venuto il momento di allargare il confine.
Secondo me.

caneskate

Subire una sconfitta senza essere sconfitti

Io credo che ci sia una bella differenza tra subire una sconfitta ed essere sconfitti.
Subire una sconfitta significa non esse riusciti a realizzare un obiettivo, essere sconfitti significa smettere di orientare la nostra energia verso il suo raggiungimento.
Ho subito tante sconfitte nella mia vita, ma ho smesso da tempo di essere sconfitto.

subireunasconfitta2016

Vivere nell’adesso sapendo che tutto andrà per il meglio

Come esseri spirituali, la vita su questo piano di esistenza, a volte, ci sembra difficile.
E allora tentiamo di sfuggire ad essa rifugiandoci nel passato, in una gioia o in una delusione, o nel futuro, in una speranza o in una paura.
Ma il momento di godere di questo dono meraviglioso è Adesso, perché ieri e domani esistono solo nell’illusione.
Vivere nell’adesso protetti dall’abbraccio dell’Energia Creatrice e dal suo Amore.
Godere del momento, sapendo che tutto andrà per il nostro Bene Supremo.
Questo è vivere al 100%
Almeno, secondo me.

viverenelladesso

Il potere dell’immaginazione

Spesso diamo all’azione dell’immaginare una accezione negativa, come quando diciamo “me lo sono immaginato”.
Come se immaginare fosse un credere che esista qualcosa che non è reale.
Io penso, in realtà, che immaginare sia il primo passo della nostra co-creazione di quello che desideriamo per la nostra vita.
E’ attraverso l’immaginazione, e attraverso le nostre emozioni che immaginare proietta nell’Universo, che mandiamo il segnale da cui inizia lo scatenarsi delle sincronicità.
Secondo me.

ilpoteredellimmaginazione2016

Quante volte

Quante volte ci dimentichiamo di guardare un fiore, un albero, il cielo sopra di noi, il volo di un uccello, lo sguardo di un amico, il sorriso di un bambino, l’espressione di tenerezza di una persona cara?
Piccole grandi cose che ci aprono il cuore, ci rendono migliori, ci danno la forza che ci sembra di avere perso.
Piccole grandi cose che abbiamo, ogni istante, intorno a noi, se impariamo a vivere il momento, senza aver paura delle emozioni che proviamo.
Secondo me.

gattoguardafiore860www

Un passo alla volta

Un giorno ti trovi all’improvviso dinanzi ad un baratro profondo. E c’è solo una corda sottile che può portarti dall’altra parte. Ti fermi, indeciso e impaurito, finché non trovi in te stesso il coraggio di fare un primo passo.
E scopri qualcosa che non immaginavi: che hai dentro la forza, l’equilibrio e la tenacia per fare seguire al primo passo un altro. E un altro, e un altro e un altro ancora.
Fino alla fine della corda.
Guardi dietro di te e scopri che ce l’hai fatta.

Un passo alla volta.

unpassoallavolta2016

Come fai ad essere sempre così sereno?

Alcune persone mi chiedono a volte: “Come fai ad essere sempre così sereno?”. Non lo sono sempre, magari lo fossi, cerco solo di esserlo più spesso che posso.

La mia vita non è perfetta, tutt’altro; non è piena solo di serenità, di gioia, di pace. Ci sono dolori, difficoltà che tutti in questi periodi condividiamo, incertezze, persone che mi appaiono sgradevoli. Insomma una vita come quella di tutti gli altri.

Ma sono io ad essere pieno di serenità, di gioia, di pace: perché ho scelto questi sentimenti come filo conduttore della mia vita. E non li ho scelti perché sono bravo, buono o illuminato, ma perché ho compreso, sulla mia pelle, che solo attraverso di essi posso stare meglio. E stare meglio è qualcosa che si fa ogni giorno un pochino di più, con pazienza, con fiducia, con costanza e determinazione.

Meditando, concentrandosi su ciò che il momento presente ci porta, elaborando ciò che il passato ci ha portato e liberandosi delle emozioni negative ad esso legate, evitando di preoccuparsi di ciò che il futuro porterà, ma costruendo il futuro nell’adesso attraverso il potere del proprio intento.

E, soprattutto, senza biasimarsi quando non ci si riesce. Perché, per stare meglio, è essenziale amare se stessi.

comefaiadesserecosisereno2016

Il dono più grande

Il dono più grande che ciascuno di noi può fare al mondo è donare a se stesso il piacere e la gioia di fare piccoli atti di gentilezza, perdono, compassione e comprensione.
Perché questi atti migliorano noi, purificando la nostra energia, e contemporaneamente alzano la vibrazione del Pianeta, che ha tanto bisogno di questo.
Secondo me.

ildonopiugrande

E poi basta un raggio di sole

E poi basta un raggio di sole dopo un periodo di pioggia per ricordarci che viviamo contemporaneamente in un Universo materiale ed in uno spirituale.
Che la nostra vita è molto più grande, misteriosa e miracolosa di come appare.
Che siamo manifestazioni, siamo parte integrante,di qualcosa di molto più grande di noi (Dio, o come altro lo vogliamo chiamare) che è costantemente al lavoro, nonostante i nostri piccoli umani sabotaggi, nella nostra vita.
E ci supporta, ci sostiene, ci rafforza.
Secondo me.

epiobastaunraggiodisole