AbbracciodiLuce

Un pensiero d'Amore alla volta

Imparando cosa vuol dire essere energia ed a trasformare consapevolmente tale energia, la nostra vita si trasforma in un miracolo quotidiano di guarigione, manifestazione ed abbondanza.

AbbracciodiLuce - Un pensiero d'Amore alla volta

Autostima e piccolo risultato della sera

A volte, soprattutto nei primi anni di esistenza, la vita ci può riservare delle battute d’arresto che ci segnano profondamente, lasciandoci da quel momento in poi la sensazione di sentirci inadeguati, di non essere degni di ottenere ciò che vogliamo, di non meritarcelo.

Ci sono tecniche, ad esempio il  thetahealing,  che attraverso un processo di “scavo”, permettono di risalire alla causa profonda di queste sensazioni, di rilasciarla e sostituirla con sentimenti positivi, con la fiducia in se stessi e nella propria capacità di essere unici e speciali.

Ma anche se, in questo momento, non possiamo fare uno scavo sui motivi che ci fanno sentire così, possiamo fare qualcosa per stare meglio.

E questo qualcosa è raggiungere un risultato, qualunque esso sia: se c’è qualcosa di positivo da realizzare nei prossimi 15 minuti, anche piccolo, anche insignificante, facciamolo e diamocene merito sentendoci orgogliosi di averlo fatto.

Dai, su, troviamo qualcosa che può essere fatto e facciamolo. ORA.

E questo ci renderà un pochino più forti e fiduciosi in noi stessi.

Per stasera basta: domani faremo qualcosa di più, magari iniziando un lavoro profondo su di noi.

 

Lasciamo andare quello che ci blocca

Se c’è una convinzione, un’emozione, una paura che ci paralizza, abbiamo una grande possibilità di migliorarci.

Paradossale? No: perchè sappiamo che ci basterà risolvere quel blocco per partire alla velocità di un razzo!

 

Troppo spesso cerchiamo di aggirare l’ostacolo, di sfruttare i nostri punti di forza per superare le nostre debolezze.

E allora ci impegniamo, pensiamo positivo, ci sforziamo, ci reprimiamo, a volte, ma finché quel blocco rimane lì, c’è poco da fare. E’ come accelerare a tutto gas con il freno a mano bloccato.

 

Non è meglio allora prendere consapevolezza della nostra debolezza e lavorare su quella? L’effetto non sarà molto ma molto migliore?

Certo che sì.. a quel punto potremo usare i nostri punti di forza, anziché per combattere le debolezze, per prendere il volo.

 

Credenze e convinzioni bloccanti, paure, sentimenti negativi possono essere individuati e rilasciati permanentemente attraverso un lavoro di scavo con tecniche quali, ad esempio, il thetahealing.

 

Quindi perché cerchiamo di aggirare il problema?

Andiamo al punto: riconosciamo la nostra debolezza e sconfiggiamola.

Amo me stesso così come sono, e questo non mi impedirà di crescere

Amo me stesso così come sono, e questo non mi impedirà di crescere
Più amo me stesso e più mi perfeziono e più amo me stesso
e più acquisisco grazia ed eleganza

Più amo me stesso e più divento unico e più divento leggero, come un uccello
Ho a disposizione tutto il cielo della mia consapevolezza,
per volare: e volo, libero, senza alcun ostacolo

Mi accetto, mi onoro e mi rispetto: sono esattamente
come la mia Anima ha scelto che fossi
Volo, sono pieno di gioia di essere così, sento finalmente l’Amore
nel mio cuore: mi amo, con gioia ed emozione, mi amo

E volo libero di amarmi
Mi amo, amo il mio corpo, amo la mia mente, amo i miei errori,
amo le mie miserie, amo le gioie che la vita mi regala: mi Amo
E quest’Amore tracima dal cuore riempie le mie cellule, la mia Energia..

Mi amo ed amo te…

Giusto, sbagliato? No, nostro semplicemente…

Accettiamo le lodi che riceviamo, con gratitudine, ma mantenendo un sereno distacco.

Impariamo con umiltà dalle critiche, ma non lasciamoci condizionare da esse.

Consapevoli del fatto che, qualunque cosa facciamo, ci sarà chi reagirà con risentimento e chi con entusiasmo.

Ma non è questo l’importante.

L’importante è ascoltare il nostro cuore, che ci giuda verso quello che è più giusto per noi.

Siamo quelli che siamo, che vogliamo essere, con onestà verso noi stessi e verso gli altri.

 

E la nostra vita sarà nostra, per davvero.

Niente paura della paura

Una delle cose più paradossali della paura è che non dovremmo averne paura.

La paura, infatti, è un’emozione naturale ed utile, a volte, per evitarci situazioni di pericolo e per renderci più attenti e focalizzati in situazioni che conosciamo poco.

Lo scopo della paura, però, è quello di aiutarci e non quello di bloccarci: e se ci concentriamo sulla paura di avere paura rischiamo di intrappolarci cercando di nasconderla a noi stessi.

Ascoltiamola, invece, quel tanto che ci basta per capire le informazioni utili che essa contiene.  Poi, ringraziamola per i suoi servizi, comprendiamo che il suo tempo è finito, e mandiamola via, muovendoci oltre la paura.

Salutiamola al cancello e, oltre quel cancello, scopriamo le meraviglie della nostra vita che ci attendono e per le quali la paura ci ha preparati così bene.

Quelle meraviglie sono l’altra faccia della paura: ciò che desideriamo.

 

Il potere della gentilezza

A volte basta semplicemente sfiorare la mano di una persona per farla sentire importante.

A volte un sorriso può illuminare un cuore incatenato.

A volte una parola gentile può essere una musica che porta in Paradiso.

A volte un orecchio attento ed amorevole può salvarci.

A volte un piccolo atto di gentilezza può avere il potere dell’acqua, del fuoco, della terra e dell’aria contemporaneamente.

 

A volte.

E la prossima volta che abbiamo l’occasione per essere gentili pensiamoci.

 

Potrebbe essere proprio quella la volta.

Siamo molto ma molto più simili di quanto crediamo

L’anima sente, percepisce, vibra dei suoi desideri e delle sue aspirazioni.

L’anima non guarda le differenze di colore di pelle, di forma fisica, di religione o di stile di vita.

L’anima soffre, ride, piange, gioisce, Ama.

Questi sono sentimenti universali, sentimenti che tutti gli essere viventi sperimentano nel profondo della loro essenza.

Per quanto diversi l’uno dall’altro ci illudiamo di essere, siamo molto ma molto più simili di quanto crediamo.

 

Per caso non esiste

I sogni non ci arrivano per caso, ma perchè possiamo seguirli e realizzarli.

La gioia arriva nella nostra vita non per caso, ma perchè possiamo riempirne la nostra esistenza.

La bellezza arriva nella nostra vita non per caso, ma perchè possiamo apprezzarla e goderne.

L’amore non arriva nella nostra vita per caso, ma perchè siamo pronti ad aprire il nostro cuore.

Il successo arriva nella nostra vita non per caso, ma perché abbiamo smesso di averne paura.

 

Le sfide della vita non ci arrivano per caso, ma perché dobbiamo imparare a superarle e renderci più forti superandole.

 

I momenti no, i dolori, le cadute, gli errori non arrivano per caso, ma perché abbiamo delle lezioni da imparare da essi.

 

Non abbiamo questa vita per caso, ma per una precisa scelta della nostra anima.

Siamo qui per un motivo, non per caso.

 

Perdoniamo noi stessi, gli altri e le circostanze

Noi stessi perchè, anche se abbiamo sbagliato, sarebbe uno sbaglio ancora più grande continuare ad autoflaggellarci. Così facendo permetteremmo agli errori passati di amplificare i loro effetti attraverso le autopunizioni che ci infliggiamo.

Gli altri perchè il male che, volontariamente o involontariamente, ci hanno fatto ormai ce lo hanno fatto: rimanere imprigionati nel rancore e nel risentimento verso di loro non fa altro che aggiungere altro male a quel male originario.

Le circostanze che riteniamo negative perchè, se le guardiamo da un altro punto di vista, forse scopriamo che ci hanno dato qualcosa di importante: un’esperienza che spesso è illuminante.

 

E perdonate me se insisto tanto sul perdono.. so che a molti questo argomento non va giù.. ma sono convinto che più riusciamo a perdonare e migliori saranno le nostre vite..

Un abbraccio a tutti

Unità e diversità

C’è un 100% di diversità ed un 100% di unità, che svolgono entrambi il loro compito contemporaneamente.

Questa è la natura del lavoro di creazione: questa è la vera realtà.

A noi la prima sembra reale, la seconda irreale.

La realtà è che sono reali entrambe allo stesso tempo.

 

“There is one hundred percent diversity and one hundred percent unity, both performing their work at the same time. That is the nature of the work of creation—this is true reality. To us, one seems real and the other unreal. The reality is that both are real at the same time”

 

Deepak Chopra in  Quantum Healing

Il dono dell’Amore

Qualcuno, con un atto d’Amore, ci ha insegnato ad Amare e magari neanche se n’è reso conto.

Ora è il nostro turno di insegnarlo a qualcun altro.

Quando Amiamo condividiamo un dono, che rimane per sempre anche se noi siamo andati via, per essere donato a qualcun altro dalle persone che abbiamo Amato.

Quindi ricordiamoci di chi ci ha Amato e mostriamo quanto lo abbiamo apprezzato, dividendo l’amore che ci è stato donato con chiunque incontriamo.

Perchè quando doniamo il nostro Amore non lo stiamo perdendo, il nostro Amore rimane per sempre.

Quindi apriamo il cuore e facciamolo circolare.

Prometto a me stesso

 Di essere così forte da non permettere a niente

e nessuno di disturbare la mia pace interiore.

Di parlare di salute, felicità e prosperità a chiunque incontro.

Di far sentire a tutti i miei amici che

c’è qualcosa di bello in loro.

Di guardare il lato luminoso di ogni cosa

e rendere vero il mio ottimismo.

Di pensare solo al meglio, di lavorare solo

per il meglio e di aspettarmi solo il meglio.

Di essere entusiasta dei successi altrui come lo sono dei miei.

Di dimenticare gli errori del passato

e concentrarmi sui grandi traguardi del futuro.

Di avere sempre un’espressione felice

e fare un sorriso a tutte le creature che incontro.

Di dedicare talmente tanto tempo a migliorare me stesso

da non avere tempo per criticare gli altri.

Di essere troppo grande per le preoccupazioni,

troppo nobile per la rabbia, troppo forte per la paura

e troppo felice per permettere la presenza di problemi.

Di pensare bene di me stesso e di proclamare questo fatto il mondo,

non ad alta voce, ma con grande forza.

Di vivere nella fiducia che il mondo intero è dalla mia parte,

fino a che sono fedele al meglio che è in me.

di Christian d. Larson

 

Oggi sono grato di .. essermi liberato dei “non ci riesco”

E me ne sono liberato quando ho capito che dietro i “non ci riesco”, “non mi merito di farlo”, “non sono in grado”, “per me è diverso”, “non sono all’altezza”, c’era nascosto il mio peggior nemico.. le mie convinzioni bloccanti.

Il mio subconscio mi dava queste facili scuse per mantenere i miei blocchi e le mie paure di affrontare i nodi della mia vita.

Ho affrontato questi nodi, senza darmi degli alibi, ho cambiato le mie convinzioni.. ed ora sono molto più felice.

GRAZIE!!!!!