AbbracciodiLuce

Un pensiero d'Amore alla volta

Imparando cosa vuol dire essere energia ed a trasformare consapevolmente tale energia, la nostra vita si trasforma in un miracolo quotidiano di guarigione, manifestazione ed abbondanza.

AbbracciodiLuce - Un pensiero d'Amore alla volta

Piantare alberi

Arrivato dove desiderava, cominciò a piantare la sua asta di ferro in terra. Faceva così un buco nel quale depositava una ghianda, dopo di che turava di nuovo il buco.Piantava querce.Gli domandai se quella terra gli apparteneva. Mi rispose di no. Sapeva di chi era?Non lo sapeva. Supponeva che fosse una terra comunale, o forse proprietà di gente che non se ne curava? Non gli interessava conoscerne i proprietari.Piantò così le cento ghiande con estrema cura.Dopo il pranzo di mezzogiorno, ricominciò a scegliere le ghiande. Misi, credo, sufficiente insistenza nelle mie domande, perché mi rispose.Da tre anni piantava alberi in quella solitudine. Ne aveva piantati centomila. Di centomila, ne erano spuntati ventimila. Di quei ventimila, contava di perderne ancora la metà, a causa dei roditori o di tutto quel che c’è di imprevedibile nei disegni della Provvidenza.Restavano diecimila querce che sarebbero cresciute in quel posto dove prima non c’era nulla.

.Jean Giono da “L’uomo che piantava gli alberi

alberoluce1024

Porto la bellezza nella mia vita

Quando ciò che desidero mi sembra irraggiungibile, porto la bellezza nella mia vita. La bellezza della mia vita con quel desiderio realizzato. Lo sento, lo vivo, lo vedo già vicino a me. Ne percepisco il sapore, i colori, la gioia che mi porta averlo già nella mia vita. La mente resiste, a volte, trova mille motivi per cui sarà difficile realizzarlo davvero. Ma lui è già lì, nel mio cuore, e mi basta lasciarlo avvicinare, con semplicità, con grazia, con delicatezza.
Quando sperimento una difficoltà, non ascolto la mente che tende ad amplificarla, ma porto la bellezza nella mia vita. La bellezza della mia tenacia, del mio amore per me stesso, della passione che ho per la vita. E non c’è fatica, non c’è sofferenza, non c’è paura: solo bellezza.
Quando tutto sembra girare per il verso storto, porto la bellezza nella mia vita. Mi focalizzo su ciò che sono, su ciò che ho, sull’Amore che ricevo, sull’Amore che do. E la bellezza mi circonda, silenziosa e leggera, e cambia la vibrazione che espando intorno a me.
Quando intorno a me sembra esserci caos, porto la bellezza nella mia vita. La bellezza dell’ordine supremo che regola la Creazione. Quell’ordine che rende tutto perfetto nel momento che sto vivendo.
Porto bellezza nelle sfide che mi trovo ad affrontare, attraverso la mia consapevolezza che, se sono arrivate, saprò come affrontarle. Porto bellezza nelle contrarietà che provo ogni tanto, trovando le opportunità che ci sono nascoste. Porto bellezza anche nei miei dolori, che sono parte di me e del mio percorso, e mi hanno reso forte.
Porto bellezza nelle mie fantasie, nei miei sogni, nei miei gesti quotidiani. Porto bellezza nel lavoro che faccio, nel rapporto con le persone che amo, nelle cose che leggo, in quelle che scrivo. Porto bellezza nella mia mente, che a volte questa bellezza non la vede, attraverso il cuore.
E la mente, finalmente, comprende che non è necessario che tutto le appaia perfetto perché ci sia bellezza. Che la realtà che vivo nel momento è la migliore possibile per me, per la mia evoluzione, per seguire il percorso che la mia anima ha scelto di intraprendere. E si placa e si affida, lasciando andare ogni resistenza.
Abbraccio ciò che la vita mi porta, con gratitudine e con rispetto. E, in questo abbraccio, ne trovo il significato più profondo. E trovo me stesso, al tempo stesso.
Ho scelto di portare la bellezza nella mia vita. E, da allora, la bellezza non mi ha più abbandonato.

portolabellezzanellamiavita

La pace interiore

La pace interiore non è in una spiaggia silenziosa o in cima ad una montagna.
La pace interiore è qui, ora, nel silenzio del mio cuore.
Se scelgo, ora, di lasciarla fluire dentro di me.
E di espandersi a ciò che mi circonda.

paceinteriorealba

Pillole di ThetaHealing: Liberare il bambino interiore

Il nostro bambino interiore rappresenta l’energia che ricerca le esperienze e il senso delle cose, quella che ci dona il desiderio di giocare, la capacità di gioire e talenti quali l’ispirazione e il senso della bellezza; è la parte di noi che ama e vuole essere amata, quella che è al di là del tempo, sempre giovane e fiduciosa nella vita.
Spesso il nostro bambino interiore è ferito: in lui sono memorizzate esperienze di paura, di rifiuto, di inadeguatezza, di assenza, di mancanza, di impotenza, di umiliazione, di delusione.
E queste ferite che ci portiamo dentro ci mettono, nella vita adulta, in situazioni ricorrenti, situazioni negative che si continuano a ripetere anche se di volta in volta con personaggi e circostanze sempre nuove.
È il bambino interiore ferito, quello che rimette in scena ciò che è rimasto in sospeso e che non è riuscito a risolvere prima, rivivendo lo stesso dolore, per cercar di crescere. Il percorso verso la libertà interiore e della realizzazione del sé, passa perciò inevitabilmente attraverso quello del bambino interiore ferito.
Ma non c’è bisogno di continuare a soffrire per liberare il bambino interiore: le esperienze, le emozioni ed i ricordi possono essere individuate nel profondo delle nostre memorie cellulari e rilasciate, imparando la lezione che ci hanno consentito di imparare.
E si è pronti a ripartire, da una prospettiva completamente differente.
Anche questo è il ThetaHealing <3

399348_10151218255008075_1576819921_n