AbbracciodiLuce

Un pensiero d'Amore alla volta

Imparando cosa vuol dire essere energia ed a trasformare consapevolmente tale energia, la nostra vita si trasforma in un miracolo quotidiano di guarigione, manifestazione ed abbondanza.

AbbracciodiLuce - Un pensiero d'Amore alla volta

Il gioco della vita

La maggior parte delle persone è convinta che la vita sia una lotta, una battaglia, una guerra da combattere.

Ma la vita non è un combattimento, bensì un gioco. Un gioco che, come ogni gioco, ha le sue regole che, nel caso della vita, si chiamano leggi spirituali.

In particolare, la legge fondamentale della vita è quella del dare e del ricevere: quello che inviamo al mondo ci ritorna dal mondo, ciò che diamo è ciò che riceviamo.

Se diamo amore al mondo, il mondo ci ritorna amore; se spargiamo odio nel mondo, quest’odio ci ritornerà, se tradiamo saremo traditi, se inganniamo saremo ingannati, se aiutiamo saremo aiutati.

E, nel gioco, un ruolo fondamentale lo gioca la nostra capacità di immaginare, di visualizzare, di anticipare l’emozione di vivere qualcosa.

Ciò che immaginiamo e visualizziamo diventa emozione e, attraverso quella emozione, diventa reale, richiamando una vibrazione affine.

Per questo motivo, se vogliamo giocare al meglio il gioco della vita, dobbiamo addestrare la nostra immaginazione. Chi gioca la vita con una mente addestrata ad immaginare solo il bene, è facilitato enormemente nel portare i propri desideri all’interno della propria vita: salute, abbondanza, amore, amici, realizzazione di se stesso e dei propri ideali.

Secondo me.

La luce bianca

Come la luce bianca è composta da tutte le vibrazioni della luce colorata dell’arcobaleno, l’Energia dell’Uno è l’insieme di tutte le possibilità della Creazione. E’ composta dal cielo e dalla terra, dall’Anima e dal corpo, dalla vibrazione di pura energia d’Amore che si addensa fino alla materia inorganica.
Per conoscere il Tutto Ciò che E’, per sperimentare pienamente la Creazione e tornare alla consapevolezza della mia fusione con l’Uno ho, pertanto, bisogno di sperimentare sia lo spirito sia la materia, di essere tutti i colori dell’arcobaleno.
Se vibro alla vibrazione di tutti i miei colori, di tutto ciò che sono, allora posso tornare a essere e sentirmi luce bianca, ovunque io sia nell’Anima o nel Corpo, allora posso essere Cielo e Terra contemporaneamente.
Secondo me.

Realtà e possibilità

La realtà che ora stiamo sperimentando, una volta, era solo una possibilità. Sono state le nostre scelte, le nostre convinzioni, i sentimenti che proviamo, a trasformarla nella realtà che abbiamo intorno a noi.
La realtà che sperimenteremo oggi è potenzialmente fatta di tante meravigliose, stimolanti ed arricchenti possibilità: sta a noi farle diventare la realtà.
Siamo consapevoli che, oggi come sempre, quello che pensiamo, quello che diciamo, le emozioni che proviamo, determineranno quello che sperimenteremo.
Perciò, diamo la nostra energia alle nostre migliori possibilità, lasciando andare tutto quello che non è strumentale al realizzarle: rabbia, rimpianto, rammarico, rifiuto.
Ci meritiamo il meglio da questa vita, ma abbiamo il potere di attrarlo o di respingerlo.
Facciamo la nostra scelta con consapevolezza.

Siamo circondati di cose per le quali essere grati

Siamo circondati di cose per le quali essere grati.
Ma, finché le guardiamo con gli occhi della mente, non le riconosciamo, perché gli occhi della mente analizzano, vagliano, rimpiangono, si preoccupano e giudicano.
Se ci lasciamo liberi di guardarle con gli occhi del cuore, di vivere il momento, potremo vederle ad ogni istante.
E, poiché la gratitudine è una vibrazione che si autoalimenta, potremo attrarre a noi tanti altri motivi di gratitudine.
Secondo me.

Guerra non fa nessuno grande

La guerra non è solo quella combattuta con le armi, che avvelena l’Energia di tanti angoli della Terra.
Ci sono tante piccole guerre quotidiane che il nostro Ego ci fa combattere, illudendoci che possano renderci grandi.
E questa energia di piccoli rancori e giudizi nei confronti dell’altro può diventare un campo collettivo di odio e di oppressione.
Ogni volta che il mio Ego mi suggerisce di fare la guerra a qualcuno o a qualcosa, evoco l’immagine di questo piccolo grande saggio che mi dice: “Guerra non fa nessuno grande”.
E sorrido con gratitudine.

Il navigatore consapevole lo sa

La vita che viviamo, su questo piano di esistenza, è un oceano che alterna momenti di bonaccia e momenti di tempesta.
Un oceano che ci sembra più grande di noi, che ci affascina ed allo stesso tempo ci spaventa.
Un oceano sul quale, a volte, sembra calare la più nera oscurità.
Ma, proprio in quei momenti, il navigatore consapevole sa che sta per arrivare la luce ad illuminare l’orizzonte e ad indicare la rotta da seguire.
E che basta affidarsi a quella luce e seguirla con fiducia.

 

Io credo che sia giunta l’ora di smettere di biasimarci e biasimare

Nella vecchia energia, che ci ha accompagnato tanti anni, prevalevano il giudizio ed il senso di colpa: il biasimare ed il biasimarci.
Io credo che sia giunta l’ora di smettere di coltivare questi frutti avvelenati.
Biasimare e biasimarci sono due facce della stessa medaglia: il poco amore per se stessi e, di conseguenza, per gli altri.
Credo che sia l’ora che impariamo a perdonare ad amare, soprattutto noi stessi, cambiando la nostra vibrazione.
Sembra difficilissimo, invece non lo è. Basta scegliere di farlo.
Difficile è vivere una vita intera in compagnia del rancore, del risentimento e del rimpianto.

Ho scelto di incoraggiare me stesso

Ho scelto di incoraggiare me stesso, in qualsiasi situazione, perché me lo merito.
Ho scelto di incoraggiare me stesso, senza se e senza ma, perché il mio incoraggiamento è quello più prezioso.
Le parole degli altri, stimolanti o bloccanti, la loro vicinanza o distanza, i loro comportamenti amichevoli od ostili, hanno importanza, ovviamente.
Ma ciò che è ancora più importante è che io sia sempre al mio fianco, ad incoraggiarmi.
Perché solo io, nessun altro, ho la capacità di parlare, nel profondo, alla mia mente ed al mio cuore.
Questo ho scelto per me.
Se posso darti un consiglio sceglilo anche tu.

 

E’ il nostro atteggiamento

E’ il nostro atteggiamento la chiave per attrarre situazioni positive, gioiose e piene di opportunità.
Un atteggiamento di amore per se stessi, di gratitudine per quello che si ha, di profondo rispetto per quello che si è, di amorevole apertura verso il mondo è la chiave per cambiare anche la situazione più intricata.
Secondo me.

Leva il velo e vedi chi sei davvero. Un essere pieno di doni meravigliosi.

Accettare con serenità di essere umani, di ridere, di piangere, di mostrare le nostre emozioni.
Lasciarsi indietro quello che non ci serve più. In particolare, le nostre convinzioni bloccanti su chi siamo.
Godere l’eternità nel momento presente, vivendolo con la consapevolezza di essere molto di più di ciò che il velo ci lasciava scorgere.
Il gioco della vita è anche questo.
Secondo me.

La mente pensa. Il cuore sa.

Il concetto che abbiamo di noi stessi parte da ciò che ci riteniamo in grado di fare e di essere.
La mente lo costruisce, attraverso il pensiero, basandosi sulle esperienze: incurante del fatto che molte di esse siano apparenti, filtrate come sono dalla distorta percezione di ciò che abbiamo intorno a noi.
Il cuore lo conosce già. Perché il cuore sa chi siamo e dove stiamo andando.
Perché il cuore è l’incrocio della nostra parte materiale con quella spirituale.
Il cuore è il citofono della nostra Anima.

 

Ho fatto delle scelte, durante la mia vita

Ho fatto delle scelte, durante la mia vita.
Ho scelto cosa essere, ho scelto in cosa credere, ho scelto cosa fare, ho scelto, sempre, anche quando mi è sembrato di non avere scelta.
E tutte queste scelte mi hanno condotto ad essere chi sono in questo momento.
Ma non sono dei limiti a ciò che posso essere, piuttosto, un bagaglio prezioso di esperienze che posso utilizzare.
E mi permetto di scegliere chi voglio diventare.