AbbracciodiLuce

Un pensiero d'Amore alla volta

Imparando cosa vuol dire essere energia ed a trasformare consapevolmente tale energia, la nostra vita si trasforma in un miracolo quotidiano di guarigione, manifestazione ed abbondanza.

AbbracciodiLuce - Un pensiero d'Amore alla volta

Vai incontro alla tua vita nella luce

Vai incontro alla tua vita nella luce, non nasconderti nel buio del non vivere.
Affronta la paura,. godi della bellezza, cogli le opportunità, risolvi i tuoi problemi, assapora la gioia, coccola i tuoi dolori.
Impara, ama, esplora e sperimenta.
Riempi la tua vita del tuo vivere, riempi la tua mente con la luce che hai nel cuore.

vaiincontroallatuavitanellaluce2016

Perché parlare dei miei dolori quando posso parlare delle mie gioie?

Perché parlare dei miei dolori quando posso parlare delle mie gioie?
Perché parlare dei miei rimpianti quando posso parlare dei miei sogni?
Perché dare energia a ciò che non mi piace anziché darla a ciò che mi piace?
Al mio ego, forse, piace lamentarsi, ma alla mia Anima no.
Si è incarnata nel mio corpo per evolvere, progredire, sperimentare non per borbottare.
Secondo me.
Fabio #AbbracciodiLuce

 

percheparlaredeimieidolori2016

La felicità è fatta di attimi

Si parla tanto di vivere nel qui ed ora, come se fosse un qualcosa di molto complicato.
Vivere nel qui ed ora, secondo me, è comprendere che la felicità è fatta di attimi.
E’ darsi il permesso di cogliere quegli attimi.
E’ trovare la felicità nel vento che ti sfiora la pelle, nel sorriso delle persone che ami, nell’abbraccio di un amico, nel gustare un gelato, nell’ascoltare una canzone che ci fa vibrare le corde dell’anima.
Niente di complicato, solo dare attenzione alle piccole cose che ci scaldano il cuore.

lafelicitaefattadiattimi2016

Ti darai di nuovo il permesso di volare

Smettila di osservarti con diffidenza, giudicarti, criticarti.
Smettila di rimproverarti gli errori che hai commesso, di rimpiangere l’amore che non hai dato, di rammaricarti per quello che hai sprecato, di risentirti per ciò che hai consentito che gli altri ti facessero.
Concentrati sul come ti tratti ora e rendilo migliore.
Rispetta, supporta, proteggi, onora te stesso.
Perdonati e ti darai di nuovo il permesso di volare.
Secondo me.

AbbracciodiLuce

 

tidaraidinuovoilpermessodivolare2016

La mia vita è cambiata quando ho scelto di regalare sorrisi anzichè tenermeli per me

Da piccolo mi avevano insegnato a sorridere solo quando ce n’è motivo. E senza esagerare.
Quando ho cominciato ad amare di più me stesso, ho capito che a volte è meraviglioso sorridere per niente.
Ed ho scoperto che il mio sorriso, come tutti i sorrisi, era contagioso.
E, allora, ho cominciato a spargere sorrisi. Ed ho visto sorrisi che cominciavano dal mio.
Quando la vita mi ha portato una prova che mi è sembrata insuperabile, proprio non ce la facevo a sorridere.
Ma, magia, ho trovato centinaia, migliaia forse, di sorrisi intorno a me.
E, piano piano, ho ricominciato a sorridere.
E a spargere di nuovo sorrisi.

I libri di abbracciodiLuce

 

lamiavitaecambiata2016

Siamo pieni di cose di cui essere grati

Siamo pieni di cose per le quali essere grati.
Intorno a noi, ma soprattutto dentro di noi: abbiamo le nostre passioni, i nostri sentimenti, le nostre attitudini, il nostro coraggio.
Ma, finché le guardiamo con gli occhi della mente, non le riconosciamo, perché gli occhi della mente analizzano, vagliano, rimpiangono, si preoccupano e giudicano.
Se ci lasciamo liberi di guardarle con gli occhi del cuore, di vivere il momento, potremo vederle ad ogni istante.
E, poiché la gratitudine è una vibrazione che si autoalimenta, potremo attrarre a noi tanti altri motivi di gratitudine.
Secondo me.

siamopienidicose2016

Con me ha funzionato

Ripetersi che nulla avviene per caso è un buon modo per ricordarsi di guardare oltre l’apparenza degli eventi, della necessità di sollevare il velo. Ma non è sufficiente secondo me.
Il velo va sollevato per davvero e il viale che c’è dietro percorso fino in fondo.
Solo così “nulla avviene per caso” finisce di essere una consolatoria ma sterile frase fatta.
E diventa un modo di migliorare drasticamente la qualità della vita che vivi.

Come si fa?
Prova a meditare tutti i giorni.
A svuotare la mente, a placare i pensieri.
A chiedere alla tua Anima, all’Universo, di comprendere. A farlo senza aspettative di riscontri immediati.
E a continuare a farlo finché non diventa la cosa più naturale del mondo.
Prova.
Con me ha funzionato.

Il calendario dei nostri corsi

ripetersichenullaavvieneercaso2016

 

La mia vita è ciò che scelgo

Anni fa ero solito prendermi in giro, raccontandomi che le mie scelte consapevoli ed inconsapevoli erano sempre giuste.
Che, invece, erano sbagliate le situazioni che avevo intorno, le persone con cui venivo in contatto, le circostanze che entravano nella mia vita.
Cose sulle quali non avevo nessun controllo.
Quando, finalmente, ho cambiato punto di vista, mi sono reso che la mia vita è ciò che scelgo.
E che sono libero di scegliere.

lamiavitaeciochescelgo

Praticare la speranza

Praticare la speranza è aprirsi al campo quantico dell’Universo, nel quale ogni cosa è possibile.
E’ scegliere di uscire, andare oltre, darsi una possibilità.
Praticare la disperazione, invece, è confermare la realtà che stiamo vivendo.
Io ho deciso di scegliere, sempre, una bella possibilità piuttosto che un’orribile certezza.

AbbracciodiLuce

 

praticarelasperanza2016

Ci sono delle risposte che è inutile chiedere alla mente

Ci hanno insegnato che è sempre meglio pensare, ponderare, valutare, comparare ed associare. Che è la strada più facile per evitare errori, delusioni, di perdersi in un mondo fantastico, senza contatto con la realtà.
La realtà. E cos’è la realtà? Se i nostri sensi mentono, alle volte, se la mente si affanna ma senza risultati, se ci sembra di tornare ogni volta allo stesso punto?
E più le domande si fanno profonde, tanto grandi da farci confrontare coi misteri dell’Universo, tanto piccole da riguardare aspetti invisibili della nostra realtà, più la mente vacilla.
Non nego che la mente sembri rassicurante: ha i suoi schemi, i suoi percorsi logici, le gratificazioni che dà al nostro ego, le sue indubbie certezze. E credo che la mente sia uno strumento prezioso per orientarsi ed agire nel nostro quotidiano.
Ma ci sono risposte che è inutile chiederle: non le sa, non riesce neanche tanto bene a capire le domande. Estrapola dal passato, proietta sul futuro, ma non riesce mai, per quanto ci si sforzi, a vivere davvero completamente nel presente. Richiede sempre prove, ha dati insufficienti, elabora teorie, le testa e le riformula. E la meta che, appare avvicinarsi, si allontana di nuovo.
Il cuore le risposte le prova dal di dentro, le percepisce nette, le sente in un istante. Non necessita di dati, né di elaborarli. Le risposte le sente, le diffonde nel corpo, le sparge intorno a sé.
Per questo io ritengo che sia necessario, sui nostri grandi temi, andare oltre il pensiero.
E se vai oltre ciò che pensi, apri il tuo cuore a ciò che percepisci.
E scopri che non vivi la vita, ma sei la vita stessa.
Scopri che non provi l’amore, ma sei fatto d’Amore.
Scopri che hai un valore infinito per te stesso, per gli altri, per tutto l’Universo.
Perché l’Universo, gli altri, gli infiniti risvolti di te stesso sono la stessa cosa. Sono parte di te e tu parte di loro: dei petali di un fiore che è Tutto Ciò che E’.

cisonodellerisposte2016

Scelgo sempre, tra un rimpianto e un miracolo, la via del miracolo

Tante, troppe volte in passato, dovendo scegliere tra un rimpianto e un miracolo, ho scelto di restare nella mia zona di comfort, di non rischiare, di non osare. Ho scelto il rimpianto. Ora ho deciso di non sceglierlo più: di scegliere, sempre e comunque, la via del miracolo.
Io credo che in ognuno di noi ci siano infinite potenzialità. Forza, fantasia, determinazione, coraggio, volontà, amore per se stessi e per gli altri. Ma spesso ci dimentichiamo di averle, rifugiandoci nell’alibi che ciò che vorremmo cambiare dipende dagli altri. E, se dipende dagli altri, ci diciamo, è inutile tirar fuori il meglio di noi stessi. Credo che sia giunta l’ora di togliersi questo alibi.
E’ per questo che scelgo di dire a me stesso “dipende da me”. Perché, se dipende da me, tirerò fuori il meglio di me stesso e lo valorizzerò. E mi darò amore e gratitudine, se ci riesco, per aver ottenuto quello che desideravo; se non ci riesco, mi darò amore e gratitudine per aver fatto tutto quello che potevo fare.
Anche fare la scelta, tra un rimpianto e un miracolo, della via del miracolo dipende da me. Solo da me.

da “Un pensiero d’Amore alla volta”

Lo trovi su: Il Giardino dei libri
http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__un-pensiero-d-amore-alla-volta.php?pn=4057

10857939_768381419866359_161354787156765760_n (1)