AbbracciodiLuce

Un pensiero d'Amore alla volta

Imparando cosa vuol dire essere energia ed a trasformare consapevolmente tale energia, la nostra vita si trasforma in un miracolo quotidiano di guarigione, manifestazione ed abbondanza.

AbbracciodiLuce - Un pensiero d'Amore alla volta

Il modo in cui scegliamo di giocare il gioco della nostra vita

Il modo in cui scegliamo di giocare il gioco della nostra vita ha un’enorme influenza su come ci sentiamo.
Ci sono tante sfaccettature nel nostro io, tanti “piccoli io” diversi: quello socievole, quello gioioso, quello scontroso, quello malinconico, quello compassionevole, quello menefreghista, quello amorevole, quello aggressivo.
La scelta che facciamo, su quale dei “piccoli io” ascoltare, ha il potere di influenzare il modo in cui ci sentiremo per lungo tempo dopo che l’avremo fatta.
Perché il piccolo io che frequentiamo di più è quello che maggiormente influenza le esperienze che facciamo.
Per questo motivo, oggi, confermo la mia scelta di condividere, ogni volta che posso e che riesco, la parte di me che esprime pace, serenità, leggerezza, Amore.
Perché condividere, e non isolarsi come la ragazzina della foto: se, invece di dare retta al “piccolo io” che le dice di starsene da sola, si voltasse, vedrebbe che c’è accanto a lei quel tenero orsetto che muore dalla voglia di abbracciarla.
Secondo me.

Conviene starcene rintanati nella nostra zona di comfort?

A volte ce ne stiamo rintanati nella nostra zona di conforto a guardare la nostra vita scorrere.
Non facciamo errori, rinchiusi lì dentro, è vero, ma ci precludiamo la possibilità di realizzare ciò che desideriamo.
Non rischiamo di essere delusi, è vero, ma ci consegniamo inermi al rimpianto per quello che, forse, sarebbe potuto accadere.
Non abbiamo sorprese, è vero, ma neanche faremo mai delle scoperte.
Ne vale la pena? Io credo di no: restare in un porto sicuro può diventare una prigione, a lungo andare.
Io credo che sia meglio uscire a vivere la vita pienamente, con le sue gioie e i suoi dolori, con i successi e gli insuccessi, con le incertezze e le meraviglie.
Perché ogni volta che usciamo a vivere la vita ci diamo il permesso di scoprirne i tesori.

Immagina

Immagina bellezza, immagina cose preziose per te e per chi ami. Immagina il meglio che puoi immaginare.
Ora, immagina la strada per portare tutto ciò nella tua vita, senza pensare ai vincoli, stai immaginando, vincoli non ce ne sono.
Ora, immagina le azioni concrete, che puoi cominciare a fare per seguire questa strada, immagina a chi chiedere aiuto, immagina a chi unirti.Fallo con fantasia, stai immaginando.
Mentre immagini memorizza tutto su un quaderno.
Poi, smetti di immaginare. E comincia a portare tutte queste cose nella realtà della tua vita. Così come le hai immaginate.

Altro che bla bla bla

Sono solo parole, spesso mi sento dire. Come se le parole non cambiassero nulla.
In alcuni casi è così, ma le parole che pronunciamo o che scriviamo hanno un potente effetto vibrazionale, perché provocano emozioni in chi le riceve.
E questo vale sia in positivo sia in negativo: le parole possono scuotere, bloccare, incoraggiare, ferire, entusiasmare o deprimere. Possono dare gioia, infondere serenità, provocare rabbia, seminare paura, generare dolore. Posso, e ce ne rendiamo benissimo conto in questi giorni di separazione e di incertezza, instillare odio e divisione nei nostri cuori.
Credo molto nel potere delle parole.
E credo che, dando importanza alle parole che pronunciamo o che scriviamo, possiamo evitare di spargere emozioni negative e mandarne di positive a chi riceve le nostre parole, contribuendo, così, a rendere più leggera quella cappa che il pensiero collettivo fa gravare sulle nostre spalle,
Usare parole che suscitino emozioni positive fa bene a tutti.
Noi compresi.
Non è difficile ed ha effetti spettacolari.
Altro che bla bla bla.
Secondo me.

Rimpiazza la preoccupazione con la meraviglia

La vita può essere una angusta prigione o uno spazio infinito da percorrere pieni di meraviglia.
L’Universo un insieme di atomi governati da regole immutabili o un arazzo sconfinato e in continuo mutamento.
Dio un corrucciato signore che ci guarda con giudizio o l’enorme, infinita, Carica d’Amore che rende possibili i quotidiani miracoli nel quale siamo immersi.
Tutto dipende dagli occhi con cui guardiamo.

Perciò, rimpiazza la preoccupazione con la meraviglia: è facile se vuoi. Anziché pensare a quanto pesantemente la vita può colpire pensa a quando amorevolmente l’Universo può sostenere.
E col tempo quel sostegno lo senti e impari ad affidarti. E la paura scompare, resta solo l’Amore.
E quelle infinite opportunità che tu e l’Universo vi state aiutando a cocreare.
Sorridi, sereno, e sai che la felicità è a tua disposizione, sempre, perché dipende solo da te, dallo scegliere di vivere così.

L’amore che cerchi dagli altri può essere generato da te, per te

Accettare, senza se e senza ma, la propria dignità divina, di sentirti in grado e di meritarti di dimostrare davvero amore e apprezzamento per Chi Sei.
Questa è il punto di vista necessario per aprire le porte del vero cambiamento e per attrarre le esperienze migliori che la vita ha da offrirti.
L’amore che cerchi dagli altri può essere generato da te, per te.
Quando riesci a percepire l’amore naturale per te stesso, puoi collegarti alla Amorevole Energia Vitale che regola l’Universo e puoi contribuire a diffonderla nel mondo della materia.
E’ questo il grande dono che hai da offrire al mondo: la tua personale versione della frequenza d’Amore.

Siamo scintille della luce dell’Uno

Siamo scintille nella luce dell’Uno: siamo spirito, anima, mente, corpo.
Siamo flussi di emozioni, siamo vibrazione, siamo energia, siamo materia.
Siamo capaci di amare il mondo intero e le dimensioni invisibili, perché il nostro cuore dell’Anima è infinitamente più vasto dell’Universo.
Esso si espande, diventa infinito, mentre si ricongiunge all’Uno, a Dio, alla Fonte di Tutto Ciò che E’.
E, quando ce ne ricordiamo, ritorniamo ad essere quello che siamo in eterno: Luce, Amore e Gratitudine.

Scatena il superpotere della gentilezza

La gentilezza è un superpotere che dà fiducia ed accresce l’empatia: permette di operare trasformazioni inaspettate.

E’ un seme che genera alberi incredibilmente rigogliosi, perché non si dissipa mai.
Più ne diamo e più ce ne ritorna.
Anche quando gli altri sembrano non accettarla, essa rimane nella loro energia.

E’ un modo di creare relazioni empatiche con gli altri che arricchiscono la nostra vita.
E’ un modo per esprimere il meglio che abbiamo, a prescindere da chi abbiamo di fronte.
Un modo per mandare un segnale di apertura, di condivisione, di unità.


Scatenare il superpotere della gentilezza non è così difficile.
Basta semplicemente sfiorare la mano di una persona e farle sentire che è importante per noi.
Farle un sorriso che illumini il suo cuore incatenato.
Dirle una parola gentile che può essere la musica che la porta in Paradiso.
Prestare un orecchio attento ed amorevole ai suoi dolori.

Un piccolo atto di gentilezza può scatenare il tuo superpotere, che unisce il potere dell’acqua, del fuoco, della terra e dell’aria simultaneamente.

La felicità è fatta di attimi

Si parla tanto di vivere nel qui ed ora, come se fosse un qualcosa di molto complicato.
Vivere nel qui ed ora, secondo me, è comprendere che la felicità è fatta di attimi.
E’ darsi il permesso di cogliere quegli attimi.
E’ trovare la felicità nel vento che ti sfiora la pelle, nel sorriso delle persone che ami, nell’abbraccio di un amico, nel gustare un gelato, nell’ascoltare una canzone che ci fa vibrare le corde dell’anima.
Niente di complicato, solo dare attenzione alle piccole cose che ci scaldano il cuore.