Dove vedi confini, disegna orizzonti

All’inizio, i confini del “non è possibile per me”, del giudizio su cosa sei in grado di fare e cosa non sei in grado di fare. della rinuncia ai tuoi sogni più grandi (“perché mi pare troppo”), possono sembrare rassicuranti.
Ma, presto, scopri che sono le mura che hai costruito intorno alla tua prigione.
Pensavi che ti proteggessero dalle delusioni e lo fanno parzialmente. Ma tengono fuori gioie, emozioni, soddisfazioni, autostima, voglia di dare il meglio e di migliorarti sempre, benessere, abbondanza.
E allora non è meglio avere di fronte un orizzonte piuttosto che un confine?
Il confine lo conosci forse troppo bene e senti che ti limita e ti impedisce di essere chi senti di poter essere.
L’orizzonte, invece, è un insieme di possibilità tutte da esplorare: e, in fondo in fondo, sai bene anche tu di essere un’Anima esploratrice.

 

dovevediconfini2017