AbbracciodiLuce

Un pensiero d'Amore alla volta

Imparando cosa vuol dire essere energia ed a trasformare consapevolmente tale energia, la nostra vita si trasforma in un miracolo quotidiano di guarigione, manifestazione ed abbondanza.

AbbracciodiLuce - Un pensiero d'Amore alla volta

Io scelgo di perdonare perchè amo me stesso

Quante volte, in passato, il rancore mi ha tenuto ancorato a dolori per ingiustizie subite.
E la mente diceva: “Non puoi perdonare, perché la persona non se lo merita”.
Era una trappola però: rimanevo ancorato a quel dolore, prigioniero della mia rabbia, e drenavo gran parte delle mie energie legandole a quella persona.
Poi ho capito che cos’era il perdono. Il perdono è un atto di profondo amore per se stessi. E’ un buttare nel cestino il rancore e il passato e riprendere a vivere il presente. Per costruire il mio futuro.
E se la persona da quella esperienza che ha fatto non ha imparato niente, mi dispiace per lei. Perché ciò che diamo riceviamo.
Ma non è più cosa che mi riguardi.
Ognuno segue il percorso che ha scelto.
Io scelgo di perdonare, perché amo me stesso

.perdonoglialtri2017

Il dono più grande

Il dono più grande che ciascuno di noi può fare al mondo è donare a se stesso il piacere e la gioia di fare piccoli atti di gentilezza, perdono, compassione e comprensione.
Perché questi atti migliorano noi, purificando la nostra energia, e contemporaneamente alzano la vibrazione del Pianeta, che ha tanto bisogno di questo.
Secondo me.

ildonopiugrande

Senti la pace che arriva dal di dentro

Liberarsi dalle emozioni che drenano la nostra energia, a volte, sembra essere un’impresa titanica.
Ma abbiamo degli alleati potentissimi, se li lasciamo entrare in azione.
Abbiamo l’Amore che ci libera dalla paura, dalla rabbia, dalla preoccupazione.
Abbiamo la compassione che ci libera dalla solitudine facendoci sentire Uno con gli altri.
Abbiamo il perdono che ci scioglie dalle catene del risentimento.
Abbiamo la gratitudine che ci libera dalla schiavitù del bisogno.
Alleati potenti e generosi, che aspettano solo di essere messi all’opera.
E, quando li metti all’opera, senti la pace che arriva dal di dentro, si espande in tutte le tue cellule, nella tua energia.
Si diffonde nella tua vita e, attraverso te, nella vita delle persone che sono intorno a te.
Basta solo allenarsi a utilizzarli, ogni giorno di più.

sentilapacechearrivadaldidentrogeo850www

 

Non far mancare il tuo contributo

Nel mondo c’è ancora tanto dolore, giudizio, paura, e lo vediamo dalle ferite che ogni giorno la terra e l’umanità subiscono.
Quello che ciascuno di noi può fare è però qualcosa di importante: cambiare modo di pensare, bannare per sempre la legge del taglione, sintonizzarsi su una vibrazione di perdono e compassione.
Sembra niente. Ma pensa se nel mondo ci fosse un miliardo di persone che pensano così.
Tu fai parte di quel miliardo, potenzialmente, non far mancare il tuo contributo.

 

nonfarmancareiltuocontributo840www

Il dono più grande

Il dono più grande che ciascuno di noi può fare al mondo è donare a se stesso il piacere e la gioia di fare piccoli atti di gentilezza, perdono, compassione e comprensione.
Perché questi atti migliorano noi, purificando la nostra energia, e contemporaneamente alzano la vibrazione del Pianeta, che ha tanto bisogno di questo.
Secondo me.

Il perdono: ripulire la memoria delle cellule dalle emozioni negative

Il perdono non cancella ciò che di spiacevole ci è successo nel passato.
Semplicemente il perdono è ripulire la memoria delle nostre cellule dalle emozioni negative di rabbia, risentimento e rancore.
Il perdono, quindi, non è un inutile tentativo di cancellare il ricordo, ma piuttosto l’opportunità che ci diamo di vederlo da un’altra prospettiva. Quella della nostra crescita personale.
In questo senso, possiamo dire che perdonare è un modo di trasformare un dolore del passato in una speranza per il futuro.
Questo, almeno, secondo me.

forgiveness_palloncini_perdoniamopernoi2014

Ti darai di nuovo il permesso di volare

Smettila di osservarti con diffidenza, giudicarti, criticarti.
Smettila di rimproverarti gli errori che hai commesso, di rimpiangere l’amore che non hai dato, di rammaricarti per quello che hai sprecato, di risentirti per ciò che hai consentito che gli altri ti facessero.
Concentrati sul come ti tratti ora e rendilo migliore.
Rispetta, supporta, proteggi, onora te stesso.
Perdonati e ti darai di nuovo il permesso di volare.
Secondo me.

Un motivo per PERDONARE

Il perdono non cancella ciò che di spiacevole ci è successo nel passato.

Ripulire la memoria dalle emozioni negative che essa ci comporta non è un inutile tentativo di cancellare il ricordo, ma piuttosto l’opportunità che ci diamo di vederlo da un’altra prospettiva.
In questo senso, possiamo dire che perdonare è un modo di trasformare un dolore del passato in una speranza per il futuro.

Questo è un ottimo motivo per.. PERDONARE!

 

Perdoniamo noi stessi, gli altri e le circostanze

Noi stessi perchè, anche se abbiamo sbagliato, sarebbe uno sbaglio ancora più grande continuare ad autoflaggellarci. Così facendo permetteremmo agli errori passati di amplificare i loro effetti attraverso le autopunizioni che ci infliggiamo.

Gli altri perchè il male che, volontariamente o involontariamente, ci hanno fatto ormai ce lo hanno fatto: rimanere imprigionati nel rancore e nel risentimento verso di loro non fa altro che aggiungere altro male a quel male originario.

Le circostanze che riteniamo negative perchè, se le guardiamo da un altro punto di vista, forse scopriamo che ci hanno dato qualcosa di importante: un’esperienza che spesso è illuminante.

 

E perdonate me se insisto tanto sul perdono.. so che a molti questo argomento non va giù.. ma sono convinto che più riusciamo a perdonare e migliori saranno le nostre vite..

Un abbraccio a tutti

La liberazione del perdono

Uno dei temi più controversi che trattiamo in questa pagina è quello del perdono.

Due dei commenti più frequenti ai nostri post sull’argomento sono: “Perché dovrei perdonare chi non lo merita e mi ha fatto del male?” e “Perdonare è un atto di debolezza e legittima le persone ad abusare di me”.

Ma, se ci pensiamo bene, perdonare è un atto che facciamo per noi e non per chi perdoniamo.

Portare il peso del rancore è uno spreco di energia che ci blocca e ci danneggia e non ci dà alcun beneficio.

Abbiamo già dovuto sopportare, nel passato, il peso di parole o comportamenti che ci hanno ferito e danneggiato. Perché riportarlo nel presente attraverso il rancore? Perché dedicare la nostra energia, il nostro tempo, le nostre risorse spirituali a rinnovare quel dolore?

Attraverso il perdono, eliminiamo dalla nostra vita questo peso, passando oltre e riprendendo il controllo del nostro qui ed ora.

E, inoltre, perdonare è proprio il contrario di permettere alle persone di abusare di noi. E’ permetterci di andare oltre quello che ci è stato detto o fatto e di vivere la nostra vita.

E se la persona che perdoniamo non merita il nostro perdono, non è rilevante: siamo noi che ci meritiamo di liberarci e di lasciare quella esperienza di dolore alle nostre spalle.

E sperimentare come ci si sente liberi dopo aver perdonato.